Caterina Flick

Penalista specializzata in diritto dell’informatica e privacy, Coordinatrice della commissione Web e Media istituita dalla FIFCJ - Fédération Internationale des Femmes des Carrières Juridiques. Consulente giuridico dell’AGid

Avvocato dal 1996, si occupa di diritto del mondo digitale e privacy (web reputation, cybercrime, cybersecurity) e di diritto penale d’impresa (societario, bancario e fallimentare, tributario, reati contro la P.A., ambientale e responsabilità amministrativa delle imprese - Decreto 231). Docente di diritto internazionale dell'era digitale e sistemi giuridici dei big data presso UTIU-Università Telematica Internazionale Uninettuno, ha insegnato presso diverse università pubbliche e private (Luiss Business School, LUMSA, Università di Pisa, Università di Siena-Grosseto), autrice di pubblicazioni, collabora a progetti di ricerca e partecipa a convegni. Consulente presso associazioni e amministrazioni pubbliche, tra cui Agid (Agenzia per l’Italia Digitale) e in passato Autorità Garante per la protezione dei dati personali e CRCR (Centro Regionale di Competenza sul Riuso) della Regione Toscana. Collabora dal 2014 con Telefono Azzurro sui temi della privacy e di internet e i minori. Coordinatrice della commissione Web e Media istituita dalla FIFCJ Fédération Internationale des Femmes des Carrières Juridiques, e delegata presso l'UNESCO. Tra i 30 avvocati donne migliori d'Italia, nella classifica stilata da Vanity Fair - Osservatorio di Legal Community nel 2016. Premiata tra le "Donne eccellenti di Roma", dal Sindaco e dalla Consigliera per le pari opportunità di Roma Capitale nel 2013. Vicepresidente Vicario nel Consiglio Direttivo del Gruppo Terziario Donna Confcommercio Roma con incarico "Digitale, Privacy e Innovazione".

 Linkedin


Speeches di Caterina Flick

Tavola rotonda - Web Reputation: dalla centralità del dato alla cultura della prevenzione

L'intervento si focalizza sull'importanza della tutela della reputazione personale e aziendale alla luce della crescente quantità di dati ed informazioni prodotti dalle tecnologie digitali. La Web Reputation si pone come tema trasversale a tutta una serie di implicazioni che la gestione dei dati comporta: dal fenomeno dell'hate speech, alla privacy, alla cybersecurity, al cyberbullismo. Fondamentale è sviluppare una consapevolezza dell'uso dei dati attraverso una cultura della prevenzione. I relatori discuteranno il tema proponendo un approccio multidisciplinare, dagli aspetti psicologico-sociali a quelli giuridici e di comunicazione.
Intervento dott.ssa Isabella Corradini:
In un contesto come quello attuale, caratterizzato dalla dominanza della dimensione digitale, la reputazione personale e aziendale cambia le modalità con cui si costruisce e si mantiene. Quali sono le dimensioni che più influenzano oggi la reputation? E qual è il ruolo del fattore umano? In che modo la reputazione all'interno delle imprese si lega ad altre tematiche, come ad esempio quella della sicurezza? L'intervento mira ad offrire una panoramica e spunti di riflessione su questi aspetti.
Intervento dott.ssa Simona Petrozzi:
L'obiettivo dell'intervento sarà quello di trasmettere l'importanza della reputazione propria e degli altri e soprattutto divulgare una cultura del dato personale sul web per combattere il cyberbullismo, revenge porn etc. La reputazione online va costruita e protetta già nella fase di passaggio fra l'infanzia e l'adolescenza, in cui è importantissima per il benessere e la salute dei nostri ragazzi. Ma la cultura del dato personale e della web reputation è anche importante per l'aumento della
visibilità, della credibilità e del fatturato delle aziende. Saranno quindi analizzati gli strumenti utili e disponibili anche in caso di web reputation crisis management.
Intervento Avv.to Caterina Flick:
La reputazione é la considerazione che gli altri hanno di una persona o di un brand. Nell'era della digitalizzazione la reputazione si forma sul web, pubblicando, combinando, consultando dati provenienti dalle fonti più disparate.
La tutela legale della reputazione impone quindi di comprendere la natura dei dati e il modo in cui sono utilizzati, per individuare come intervenire, districandosi tra diritto all’oblio, correttezza dei dati, diffamazione, concorrenza sleale, contraffazione etc.

Lingua speech: Italian

Topics

web reputation

Sessione

Web Reputation


All Speakers

Promosso e organizzato da

Roma Tre
Maker Faire

Con il contributo scientifico di


Con il patrocinio di

Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato

Main partner

Google
Google
Arrow
IBM
Acea

Bronze partner

Mathwork
PVT Group
Erwin
Alan Advantage
Cerved
Algorand
Algorand

Evento accreditato pressoOrdine Dei Commercialisti

 

Follow us

   #DataDriven2019